Sconto in Fattura: una vera opportunità

sconto in fattura su infissi in alluminio schuco e spi grazie ad aluser milano

Sconto in fattura per infissi: come funziona

Lo sconto in fattura sugli infissi è una misura fiscale introdotta nel 2019 con il Decreto Crescita, e rappresenta un’opportunità di risparmio immediato per tutti coloro che sono interessati a intervenire sulla propria casa, ad esempio con opere di miglioramento delle prestazioni energetiche. Lo sconto in fattura, prevede la possibilità di ottenere lo sconto immediato sugli infissi pari al 50% in fattura, in alternativa alla detrazione fiscale.

Con lo sconto in fattura, invece di portare in detrazione fiscale la spesa, recuperandola in 10 anni, viene applicato uno sconto direttamente sulla fattura degli infissi a risparmio energetico. Pertanto è l’azienda che effettua l’intervento ad anticipare l’importo detraibile al cliente. L’impresa esecutrice dei lavori, a sua volta, potrà recuperare la spesa  sotto forma di credito d’imposta .

Ad oggi è possibile accedere allo sconto in fattura anche per gli interventi previsti dal superbonus 110%, oltre che per i tradizionali interventi agevolati dell’ecobonus, il bonus facciate, il bonus ristrutturazione o il sisma bonus.Nello specifico, lo sconto in fattura infissi può essere applicato per la sostituzione delle vecchie finestre con nuovi modelli a risparmio energetico. Si potrà avere così uno sconto immediato su infissi nuovi, da utilizzare su edifici esistenti.

Cessione del credito: un’alternativa allo sconto in fattura

La cessione del credito prevede invece che la detrazione che spetta al contribuente, possa essere ceduta oltre ai fornitori, anche ad altri soggetti come banche e intermediari finanziari. In questo modo, anche i contribuenti incapienti che non possono portare la spesa in detrazione, hanno la possibilità di ricevere delle agevolazioni per gli interventi fatti su loro immobile sotto forma di liquidità immediata da utilizzare per realizzare l’intervento.

Quando devono essere sostenute le spese per usufruire dello sconto in fattura?

Per poter accedere allo sconto in fattura o alla cessione del credito, le spese dovranno essere sostenute dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021.

Ecobonus 2020: lo sconto immediato sugli infissi nuovi

Anche la sostituzione degli infissi, rientra nelle attività che danno il diritto ad accedere allo sconto in fattura. Così, coloro che hanno deciso di sostituire i vecchi infissi con nuovi serramenti a risparmio energetico, rinunciando al rimborso irpef dilazionato in 10 anni, potranno ricevere subito lo sconto in fattura del 50% sul prezzo delle nuove finestre. 

Per poter accedere allo sconto immediato sugli infissi è necessario rivolgersi a produttori che come Aluser, hanno deciso di proporlo ai propri clienti.

Richiedendo la cessione del credito ecobonus per le finestre, lo sconto sui serramenti verrà applicato direttamente in fattura al momento dell’acquisto. Attenzione però, la possibilità di accedere alla cessione del credito è prevista solo per gli interventi di sostituzione degli infissi, mentre è esclusa per interventi di nuova realizzazione.

Detrazione fiscale o sconto in fattura: un esempio concreto

Ma come funziona lo sconto in fattura sugli  infissi? 

Mettiamo il caso che si sia deciso di provvedere alla sostituzione delle finestre, delle persiane, delle tapparelle e dei cassoni, ovviamente scegliendo soluzioni a risparmio energetico. 

Un intervento che ha un valore totale di 15,000.00 euro (inclusa IVA).

Aderendo alle detrazione irpef, si pagano i 15,000.00 euro in base alle condizioni di vendita stabilite con il produttore. 

La detrazione del 50%, pari a 7,500.00 euro, verrà poi recuperata in 10 anni, portando in detrazione irpef 750.00 euro all’anno

Con l’opzione sconto in fattura invece si paga solamente il 50% della fattura totale, poiché lo sconto è immediato, con una maggiorazione dovuta al costo dell’attualizzazione del credito di imposta. Questa seconda opzione ci consente di beneficiare delle prestazioni dei nuovi serramenti, mantenendo nel proprio portafoglio circa 5,250.00 Euro.

Attenzione: l’attualizzazione del beneficio, che normalmente viene spalmato su 10 anni, ha un costo. Il tasso di attualizzazione varia in base agli accordi presi dal produttore di serramenti con i propri partner finanziari.

I benefici dello sconto in fattura

  • Optando per lo sconto in fattura, si ha un beneficio finanziario immediato. Ricevendo uno sconto immediato sugli infissi del 50%, la liquidità resta a disposizione dell’acquirente. Spendendo di meno, si può impiegare il denaro in altri modi. Ad esempio in un conto deposito, un investimento sicuro, che può pagare fino al 1% annuo. Se andassimo ad investire i 5,250.00 Euro risparmiati ad un tasso dell’1% annuo, al termine dei 10 anni ci ritroveremmo ad avere circa 5,800.00 Euro.
  • Il secondo grande beneficio e’ il risparmio in bolletta immediato che gli infissi ad alta efficienza energetica porteranno. Un buon isolamento fa ridurre notevolmente le spese per riscaldare e raffreddare gli ambienti interni. Per un appartamento a Milano di circa 100 mq, in cui si vanno a sostituire i vecchi serramenti in legno con un vetro singolo (trasmittanza termica totale pari a 5 W/MqK) con dei serramenti in alluminio con triplo vetro (trasmittanza termica totale pari a 1,4 W/MqK) si stima un risparmio annuo di circa 210 euro (2,100.00 euro in 10 anni).
  • Il terzo beneficio si avrà in termini di risparmio energetico. Infatti la sostituzione di vecchi infissi, con altri più efficienti porterà ad una riduzione dei consumi con un impatto positivo sull’ambiente.

Superbonus 110%: le novità del Decreto Rilancio

Nel nuovo Decreto Rilancio, una delle novità più interessanti è l’introduzione del Superbonus previsto per alcuni interventi specifici. Con il Superbonus la detrazione fiscale passa dal tradizionale 50% degli ecobonus ad una detrazione del 110%. Attenzione però: i requisiti richiesti per poter avere queste detrazioni sono piuttosto stringenti. Inoltre anche con il Superbonus 110% è prevista la possibilità di richiedere lo sconto in fattura.

Le misure introdotte con il Superbonus 110%, interessano sia gli interventi fatti sui condomini che sulle abitazioni indipendenti, ma in tal caso deve trattarsi della prima casa (anche se ad oggi si parla di una possibile estensione alle seconde case). 

Resteranno però escluse le residenze di lusso con classificazione catastale A1 (abitazioni signorili), le abitazioni in villa in classe catastale A8 e gli immobili in classe A9 (castelli e palazzi).

Quindi, se devi sostituire i tuoi vecchi infissi e vuoi aderire alle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus o allo sconto in fattura, contattaci subito. I nostri consulenti valuteranno il tuo intervento, ti aiuteranno ad accedere al bonus infissi e ad usufruire di uno sconto immediato sugli infissi.